Archivi per categoria: News

Bilancio Sociale 2022

Pubblichiamo quest’anno il nostro Bilancio Sociale riferito al 2022 con l’obiettivo di comunicare in modo il più possibile chiaro, trasparente e completo chi siamo e cosa facciamo.

Il presente Bilancio Sociale è stato predisposto ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo n. 117/2017.
  • Storia di Soccorso Clown fino ad oggi.
  • Assetto istituzionale, i suoi principali interlocutori interni ed esterni, in particolare i suoi beneficiari. 
  • Riferimento ai nuovi obiettivi per il 2023 e 2024, soprattutto in merito alle attività e ai servizi da sviluppare, per rispondere alle nuove sfide e ai nuovi bisogni. 
  • I nostri principali dati economici, con particolare riferimento all’area della raccolta fondi, che è essenziale per poter sostenere le attività e i servizi che attualmente offriamo ai nostri beneficiari, e per svilupparne tempestivamente di nuovi. 
  • I nostri soccorso clown, alcune storie e testimonianze di persone che ci conoscono e che collaborano con noi.
Questo articolo è stato pubblicato in News e taggato su 18/05/2024 by .

Missione “Soccorso Clown Ucraina”, si è conclusa la prima fase, una vittoria !

Si è appena conclusa la visita in Italia, organizzata dalla Tabletochki Charity Foundation Ucraina, per le due clown ospedaliere Marina Berdar e Olha Bulkina, in arte dottoressa “Lusya” e dottoressa “Boo”, in forza all’ ospedale pediatrico Ohmatdyt di Kyiv, formate dall’organizzazione italiana Soccorso Clown.

Lo scopo preciso della visita è stato proprio di collaborare con Soccorso Clown per la creazione, nel loro paese, della scuola Nazionale Ucraina dei Clown Ospedalieri, su modello di Soccorso Clown; questo, nonostante la situazione drammatica che l’Ucraina sta attraversando da ben 11 mesi. Unità di intenti, di intesa immediata e di condivisione degli obiettivi, tra Berdar e Bulkina, Yury Olshansky e Caterina Turi Bicocchi, fondatori e responsabili di Soccorso Clown; il lavoro scaturito è stato un  piano formativo proposto dal Soccorso Clown e da questi tagliato su misura per l’emergenza e le necessità dell’Ucraina. Le colleghe, nonché allieve ucraine, in vista della possibile e auspicata collaborazione, hanno avuto l’opportunità di osservare come i clown ospedalieri di Soccorso Clown operano, visitando alcuni degli ospedali dove l’organizzazione è presente, ed anche fare visita a Spazio Reale Group, importante struttura di formazione toscana, a Campi Bisenzio vicino a Firenze, partner di Soccorso Clown per vari progetti Europei di Erasmus+. E’ stato proprio qui, che, simbolicamente, i fondatori di Soccorso Clown hanno consegnato alle clown ospedaliere ucraine alcuni camici bianchi, che portano sulla schiena la scritta Soccorso Clown, cui verrà aggiunta, la stessa dicitura in lingua ucraina; camici da consegnare ad altri clown ospedalieri, che prestano servizio negli ospedali dell’Ucraina, e che hanno partecipato alla formazione di Soccorso Clown nel 2021.

La seconda fase della missione, sempre frutto della collaborazione tra Soccorso Clown e le clown ospedaliere ucraine, prevederà la creazione della Federazione Ucraina di Organizzazioni di Clown Ospedalieri sempre a Kyiv; infine, è stata presa in considerazione da tutti la possibilità di collaborare all’evento solidale Stelvio Challenge, previsto in giugno a Bormio, Alta Valtellina, cui potrebbero partecipare alcuni ciclisti ucraini, amatoriali e non. Il soggiorno in Italia delle due  clown ospedaliere ucraine, contraddistinto da una grande accoglienza, è stato intenso e proficuo, ricco di emozioni e intese, in un certo senso storico, visti i criteri degli accordi siglati. Marina Berdar e Olha Bulkina  portano a casa un bagaglio di esperienze umane, propositive, che daranno frutti. Riportiamo le loro parole.

“Durante la settimana in Italia abbiamo incontrato molte persone meravigliose; è stato molto bello e importante per noi che tutti siano così preoccupati e solidali con il popolo ucraino, che da 11 mesi resiste all’aggressione militare russa. Gli amministratori e il personale ineccepibile dell’Unità Volontariato e della Direzione Sanitaria dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, il Meyer di Firenze e della struttura formativa Spazio Reale Group, nelle persone delle dottoresse Olivia Salimbeni ed Elisabetta Carullo, ci hanno abbracciato e detto “siamo con voi, siamo lì per voi”: questo è molto prezioso! Un ringraziamento a Roberta Cervi, dell’ufficio stampa di Soccorso Clown e alla Funzione Comunicazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e a Maria Baiada della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Anna Meyer. È stata una benedizione speciale, continuano Berdar e Bulkina, avere avuto l’opportunità di incontrare e osservare i soccorso clown in azione negli ospedali pediatrici: dottor Questo, dottoressa Vitamina e dottor Oblò, sono meravigliosi, così aperti, divertenti e genuini, con i bambini e tra di loro! Grazie mille a Caterina Turi di Soccorso Clown per l’organizzazione di questo viaggio e per l’accoglienza così calorosa. Vladimir e Yury Olshansky, un ringraziamento speciale a voi, per il vostro insegnamento artistico, il vostro sostegno umano e tutto ciò che fate per noi, e da tutto questo tempo! Torniamo a casa felici e ispirate a lavorare ancora di più e a sviluppare la migliore professione in Ucraina, per noi la “clownerie ospedaliera”.

Roberta Cervi

Ufficio Stampa Soccorso Clown

Bilancio Sociale 2021

Pubblichiamo quest’anno il nostro Bilancio Sociale riferito al 2021 con l’obiettivo di comunicare in modo il più possibile chiaro, trasparente e completo chi siamo e cosa facciamo.

Il presente Bilancio Sociale è stato predisposto ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo n. 117/2017.
  • Storia di Soccorso Clown fino ad oggi.
  • Assetto istituzionale, i suoi principali interlocutori interni ed esterni, in particolare i suoi beneficiari. 
  • Riferimento ai nuovi obiettivi per il 2022 e 2023, soprattutto in merito alle attività e ai servizi da sviluppare, per rispondere alle nuove sfide e ai nuovi bisogni. 
  • I nostri principali dati economici, con particolare riferimento all’area della raccolta fondi, che è essenziale per poter sostenere le attività e i servizi che attualmente offriamo ai nostri beneficiari, e per svilupparne tempestivamente di nuovi. 
  • I nostri soccorso clown, alcune storie e testimonianze di persone che ci conoscono e che collaborano con noi.
Questo articolo è stato pubblicato in News e taggato su 18/05/2024 by .

Bilancio Sociale 2020

Pubblichiamo quest’anno il nostro Bilancio Sociale riferito al 2020 con l’obiettivo di comunicare in modo il più possibile chiaro, trasparente e completo chi siamo e cosa facciamo.

Il presente Bilancio Sociale è stato predisposto ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo n. 117/2017.
  • Storia di Soccorso Clown fino ad oggi.
  • Assetto istituzionale, i suoi principali interlocutori interni ed esterni, in particolare i suoi beneficiari. 
  • Riferimento ai nuovi obiettivi per il 2021 e 2022, soprattutto in merito alle attività e ai servizi da sviluppare, per rispondere alle nuove sfide e ai nuovi bisogni. 
  • I nostri principali dati economici, con particolare riferimento all’area della raccolta fondi, che è essenziale per poter sostenere le attività e i servizi che attualmente offriamo ai nostri beneficiari, e per svilupparne tempestivamente di nuovi. 
  • I nostri soccorso clown, alcune storie e testimonianze di persone che ci conoscono e che collaborano con noi.

Progetto P.O.P. – Comunicato Stampa

Promuovere competenze nei giovani, per superare gli Ostacoli attraverso Percorsi inclusivi.

Progetto vincitore del bando ‘Nessuno escluso 2’, promosso e sostenuto dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione il Cuore si scioglie onlus.

Un progetto di:

Con il contributo di:

patrocinato da:

È partito il progetto P.O.P., che dal mese di febbraio al mese di giugno, si propone di promuovere competenze nei giovani ospitati dalla Comunità a dimensione famigliare Antoniano di Poggio Gherardo, per aiutarli a superare gli ostacoli attraverso percorsi inclusivi. Il progetto ha vinto il bando ‘Nessuno escluso 2’, promosso e sostenuto dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione il Cuore si scioglie onlus.

L’onlus Soccorso Clown, capofila del progetto sarà impegnata nei laboratori teatrali, la cooperativa LiMo, sarà impegnata nei laboratori di facilitazione linguistica, educazione civica e competenze informatiche, mentre LabCom valuterà l’impatto che avrà il progetto. Al progetto collaborerà anche il Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia dell’università degli studi di Firenze, per svolgere attività di ricerca e monitoraggio nel campo pedagogico.
Gli obbiettivi principali del progetto sono: sviluppare l”autostima dei ragazzi, agevolare i le relazioni nel gruppo dei pari ed il rapporto con il territorio che li ospita.

Per maggiori informazioni siete pregati di contattare i numeri di telefono:
Caterina Turi: 339 2853434
Marco Sabadini: 329 3546732

oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica:
progetto.pop2021@gmail.com

Pronto… Soccorso Clown

Soccorso Clown non si ferma. Anzi rilancia.
Nasce: Pronto… Soccorso Clown

In questo momento di emergenza COVID-19, restiamo accanto ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie, affiancando lo staff sanitario della Casa Pediatrica nell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e facilitandone il lavoro. 

Da oggi, infatti, internamente all’ospedale, è possibile prenotare la videochiamata di clown-terapia interattiva con i nostri soccorso clown! 

Pronto…Soccorso Clown” è un progetto sperimentale e gratuito, offerto come donazione alla ASST del Fatebenfratelli, che avviene tramite collegamento telematico. Un’altra sfida, che Soccorso Clown e il primario, professor Luca Bernardo, con entusiasmo hanno voluto intraprendere insieme per crescere reciprocamente e favorire le donazioni, che sono importanti per regalare un sorriso ai bambini che soffrono. 

All’iniziativa hanno aderito anche altri ospedali. Tra questi, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il nostro obiettivo è di rimanere in contatto e rendere la degenza ospedaliera più sopportabile e a misura di bambino, riducendo lo stress da paura e da sofferenza, in modo da dare, oltre alla nostra presenza non più fisica per ora ma comunque sempre concreta, anche un senso di normalità e continuità di relazione.

Di pari passo accade questo nella grande famiglia di Soccorso Clown.

Ha preso il via in aprile l’iniziativa “33 Risate”. 

Soccorso Clown entra nelle case di ognuno di voi, grandi e piccini e spalanca le vostre finestre su un mondo di sorrisi. “Ed ecco a voi le dottoresse Molletta, Tipota, Lungalù, Peperone, Sorriso, Piripilla, e il dottor Dudy, il dottor Oblò, il dottor Maisbaglia e il dottor Bobo (direttamente per voi i fratelli Olshansky, soci-fondatori di Soccorso Clown ONLUS). Il progetto “33 Risate” regala a tutti coloro che lo vorranno seguire, brevi spettacoli di Clownterapia a bambini, giovani, adulti e anziani, realizzati per dare sollievo, svelare i segreti di buona vita, senza fare mai dimenticare che il mondo è meraviglioso, nonostante tutto. Segui i nostri video divertenti sui canali social di Soccorso Clown: youtube, facebook, instagram, TikTok https://www.soccorsoclown.it/it/

Sorridi con noi!
Segui i nostri video divertenti
33 Risate!

Youtube
Facebook
Instagram
TikTok

“33 Risate” attualmente conta 100 scritti e oltre 6.000 followers. 

Da 25 anni, ricordiamo, i nostri soccorso clown, professionisti dello spettacolo, portano l’arte del circo e del teatro a bambini e anziani in ospedale e nelle RSA,  affiancano medici e infermieri nei momenti più difficili, quali il prelievo di sangue, la puntura lombare e l’accompagnamento in sala operatoria. Ogni anno visitiamo 40.000 bambini! Ognuno di loro  è un sorriso che non dimenticheremo più! 

Aiuta Soccorso Clown a portare magia, sorrisi, ai bambini in ospedale e per stare loro vicini anche a distanza! 

Soccorso Clown vince Erasmus+ con il progetto “Health Care Clown Pathways”

Ancora una volta Soccorso Clown, impresa sociale di professionisti dello spettacolo che da 25 anni lavorano con bambini e anziani nei più importanti ospedali italiani, insieme alla Fondazione Spazio Reale fa parte di un gruppo vincente. Un gruppo che, grazie anche alla società di consulenza di progettazione europea Euro Project Lab, si è aggiudicato il progetto “Health Care Clown Pathways”, un partenariato strategico a supporto dell’innovazione nel settore dell’istruzione e della formazione professionale.

Il progetto è stato approvato con il punteggio di 91/100 per un finanziamento pari a 299.743 euro. Un risultato eccellente se si pensa che le candidature pervenute sono state 192 e che solo 26 progetti per l’innovazione sono stati ammessi a finanziamento.

Per contatti:
info@soccorsoclown.it
Caterina Turi: +39 3392853434
Yury Olshansky: +39 392 2621362


Progetto C.L.E.S. – Comunicato Stampa

Progetto vincitore del bando ‘Nessuno escluso’ promosso e sostenuto dalla Fondazione CR Firenze e da Fondazione il Cuore si scioglie onlus

È partito il progetto C.L.E.S. (Creatività – Lingua – Educazione – Socialità) con numerose iniziative che dureranno fino al prossimo ottobre.

Si chiama C.L.E.S. (Creatività – Lingua – Educazione – Socialità), il progetto realizzato dalla “Comunità Antoniano di Poggio Gherardo”, vincitore del Bando Nessuno Escluso promosso e sostenuto da Fondazione CR Firenze e Fondazione il Cuore si scioglie, con il patrocinio del Comune di Firenze. Il progetto è rivolto ai 14 minori, dai 15 ai 18 anni, ospitati dalla Comunità Antoniano di Poggio Gherardo, che è una comunità a dimensione familiare che ospita ragazzi di sesso maschile inseriti dai servizi sociali del Comune di Firenze. Il partenariato del progetto è composto da: Comunità Antoniano di Poggio Gherardo (coordinatrice); Soccorso Clown (laboratori di arti circensi e teatrali); LabCom (valutazione di impatto); LiMo (facilitazione linguistica); Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia (attività di ricerca sulla relazione educativa).

Nel progetto sono stati scelti strumenti adatti alla comunicazione con i giovani. Innanzitutto, si terranno laboratori di giocheleria circense che verranno organizzati da Soccorso Clown, ancora laboratori teatrali e laboratori di facilitazione linguistica, durante i quali l’apprendimento della lingua sarà finalizzata ai laboratori stessi. L’obiettivo principale di questa iniziativa è quello di sviluppare l’autostima dei ragazzi e il senso di appartenenza incrementando i loro legami sociali, la qualità della convivenza, della relazione ed il rapporto con il territorio.  A giugno, in occasione della festa di San Giovanni, è previsto inoltre uno spettacolo finale aperto alla cittadinanza. C.l.e.s. terminerà nel mese di ottobre, e sarà previsto un seminario finale presso il Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia.


Con il contributo di:


Con il patrocinio di:


Per contatti:
Marco Sabadini +39 329 3546732
Caterina Turi +39 339 285 3434
progetto.cles@gmail.com


Alcune foto delle attività del progetto:

Scarica le foto ad alta risoluzione

Stelvio Challenge 2018: il comunicato stampa

Stelvio Challenge 2018: il comunicato stampa

Va oltre ogni aspettativa e permette di raccogliere più di 23 mila euro l’edizione 2018 di Stelvio Challenge la gara ciclistica di beneficenza che regala sorrisi ai bambini ospedalizzati, svoltasi venerdì 29 giugno sui tornanti della montagna del Passo Stelvio (2760 metri di altitudine) in alta Valtellina al confine tra Bormio e la Val Mustair in provincia di Bolzano, organizzata dalla Onlus Soccorso Clown S.C.S. (il primo servizio di clown ospedaliero presente da 20 anni in Italia) e la sorella olandese Fondazione Pim che, per potenziare il progetto Clinic Clown, dieci anni fa ideò questo evento di livello internazionale. L’importo verrà devoluto a supporto dei clown ospedalieri professionisti che potranno intensificare il loro lavoro a fianco degli operatori sanitari presso l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù e del Policlinico Umberto I, entrambi di Roma. La rete del dono quest’anno si rafforza ancora di più, grazie ad una serie di collaboratori sensibili che hanno dato vita ad un evento importante che ha registrato la partecipazione di 150 tra ciclisti e maratoneti tra olandesi e italiani, che partiti dalla piazza del Kuerc a Bormio dopo il saluto dell’assessore Roberto Spechenhauser, scortati dalla macchina della Polizia Locale guidata dal Comandante Morena Vitalini e dall’ambulanza della Misericordia di Prato, in perfette condizioni atmosferiche hanno affrontato con un entusiasmo fuori dal comune la salita allo Stelvio.

Stelvio Challenge 2018 e Luca Panichi

La vera protagonista è stata la solidarietà; l’atleta più esemplare Luca Panichi, 47 anni di Curciano (Perugia) ex campione di ciclismo che ha sfidato per la quinta volta di fila 12 tornanti della Cima Coppi con la sola forza delle braccia sulla sua carrozzina, impiegando cinque ore e 30 minuti, scortato da volontari e clown terapeuti tra cui Daria e Daniele. Luca dice che avrebbe potuto metterci un ora in meno se avesse studiato una alimentazione più adeguata allo sforzo… “Sono l’ambasciatore del sorriso – dichiara – Per me è stata a importante la mia inclusione in questo contesto di sfida benefica a fianco di Soccorso Clown di cui sostengo i principi, in cui ho potuto mostrare come il limite, più in generale un handicap o una malattia, sia un punto su cui lavorare e che si può superare con tanta forza di volontà, per essere di nuovo protagonisti della propria vita e con la propria identità. Nonostante sia rimasto senza energie, ho gestito la crisi per arrivare fino in cima – afferma col suo sorriso disarmante, annunciando di aver aperto sulla sua pagina facebook una sezione apposita per estendere la rete del dono di Soccorso Clown – E’ stato bellissimo condividere l’impresa con tante persone che si fermavano senza commiserazione. Mi auguro che questa attività diffusa di sport con il valore aggiunto dello scopo benefico prefissato da Soccorso Clown e Fondazione Pim riesca ogni anno sempre di più a coinvolgere persone e a fornire strumenti per alleviare le sofferenze dei bambini che soffrono”. Sono stati tanti gli amici e i sostenitori che si sono radunati attorno alla Stelvio Challenge di quest’anno, a cominciare dalla cittadina di Bormio, da MSD, EcorNaturasi, la Banca Popolare di Sondrio, l’Unione Sportiva Bormio, l’Associazione I Reparti, il Negozio della Latteria di Bormio, il Parco Nazionale dello Stelvio, il Lions Club Bormio, Bormio Terme, Arciconfraternita la Misericordia di Prato. La soddisfazione di aver regalato così tanti sorrisi ai bimbi ospedalizzati la si legge nei volti di Yury Olshansky fratello di Vladimir, con il quale nel 1995 insieme al suo braccio destro Caterina Turi Bicocchi fondò Soccorso Clown in Italia ispirandosi all’Unità Sanitaria di Clown – Clown Care Unit – di Big Apple Circus a New York, dal collega olandese Ton van der Veer fondatore di Pim Foundation che 10 anni fa decise di coinvolgere Soccorso Clown nell’evento Stelvio Challenge per sostenere Clinic Clown. “In Olanda noi operiamo in tutti gli ospedali – dice Ton – Il nostro intento è quello di poter aiutare il più possibile Soccorso Clown a crescere in Italia“. Aggiunge Yury: “Riproporremo il nostro progetto di Health Care Clown alle strutture ospedaliere ed alle Case di Riposo della Provincia di Sondrio, con cui abbiamo fatto una esperienza due anni fa, così da interagire ancora meglio con un territorio così ospitale che possa individuare nella nostra proposta una nuova professione che crei sbocchi occupazionali per tanti giovani del posto”.

Se anche tu lettore vorrai sostenere i progetti di Soccorso Clown e potere decidere la forma migliore per dare il tuo contributo, puoi consultare il sito www.soccorsoclown.it

“Clown-Therapy” Seminario per infermieri

Quella di quest’anno è stata la 5 edizione del Seminario “Clown-Therapy”, ideato dal nostro Direttore Yury Olshansky per gli studenti del Master in Infermieristica Pediatrica dell’Università degli studi di Firenze. Come ogni anno abbiamo condiviso con gli studenti alcune delle nostre tecniche di lavoro, ma ci siamo anche molto divertiti! 
Questo articolo è stato pubblicato in News il 18/05/2024 da .