Storie di corsia

Sapete quante cose possono succedere durante un turno dei Soccorso-Clown? Ecco che le Storie di Corsia diventano un mezzo per avvicinare tutti voi alle stanze d’ospedale che visitiamo, ai bambini e agli anziani che incontriamo.

Un modo per farvi vedere come il vostro sostegno si trasforma in storie uniche da raccontare!

Se cercassi di racchiudere in una parola le mie impressioni stando a contatto con i Clown Ospedalieri di Soccorso Clown Onlus, la prima parola che mi viene in mente è brividi.

Dott.ssa 8Volante

Quando scriviamo storie dalla corsia, scriviamo sempre su un determinato turno, un determinato intervento, dando l’attenzione totale ai bambini per i quali siamo lì, mai su di noi.

[…] Ho visto M., un ragazzino di dieci anni, completamente sprofondato nel letto quando il Dott. Fresco è entrato con le sue bolle di sapone, mettersi a sedere per godersi meglio lo spettacolo e salutarlo con entrambe le mani quando è uscito.

di Elena Garufi in arte Dott.ssa Perchè.

“Essere felici per essere andati in un ospedale! Che strana sensazione…” pensavo stamani alla fine del mio turno, mentre passeggiavo lungo il Tevere. Ma non felice perchè sono stata dimessa dall’ospedale, badate bene, felice di essere andata nuovamente a gironzolare per le stanze di un reparto del Bambino Gesù, nelle vesti della Dott. Perchè.

Seconda parte

Oggi ho parlato più del solito con i dottori. Una cosa che mi ha fatto riflettere è stata la risposta che spesso ci danno alle domande iniziali di routine (per sapere gli accorgimenti speciali per entrare nelle stanze), ci viene detto “Si lì potete entrare ma magari non serve, è molto piccolo” o “… è un ritardo molto grave…”.

di Elisabetta Desideri in arte Dott.ssa Bijoux

continua a leggere…

Il Dottor Rufus entra in azione alle 9 di mattina al padiglione Salviati dell’Ospedale Bambino Gesù.

È accompagnato dal Dottor Fico Secco, esperto in puzzologia applicata. Iniziano il loro giro nel reparto partendo dalla sala d’aspetto dell’ambulatorio. E poi i due affrontano le stanze…

Questa non è propriamente una storia di corsia, perché è accaduta fuori dall’ospedale, ma se non ci fosse stato il nostro intervento in ospedale non ci sarebbe stata nemmeno questa storia.

Per raccontarvela, la prendo un po’ larga…

Dottor Rufus

Lavorare come clown in ospedale ti fa incontrare numerose storie, le più diverse, a volte dolorosissime. Si intrecciano sguardi che non avresti mai avuto l’opportunità di incrociare in strada.

di Gianna Deidda
in arte Dott. Amelia

Guardo su facebook la faccia allegra di B. che mostra la lingua e si schiaccia il naso con un dito in … continua a leggere…

di Giacomo Gosti
In arte Dott. Fresco

Stamani io e Din Don al Meyer, di solito … continua a leggere…

di Martina Consoloni
in arte Dottoressa Ghigola

La dottoressa Ghigola e Umberto, il suo topo, si sono svegliati presto stamattina. Hanno un … continua a leggere…

di Gianna Deidda
in arte Dottoressa Amelia

Eravamo  a Massa, nel reparto di cardiologia pediatrica. Ero … continua a leggere…

di Gianna Deidda
in arte Dottoressa Amelia

Forse per un’istintiva auto protezione tendo a dimenticare i … continua a leggere…

di Adriana Lucis

in arte Dottoressa Girandolina

Il mio clown, la … continua a leggere…

di Gianna Deidda
in arte Dottoressa Amelia

Il secondo e il quarto sabato di ogni mese all’ospedale di … continua a leggere…

di Adriana Lucis
in arte Dottoressa Girandolina

Mi presento. Sono la dott.ssa Girandolina. Sono una … continua a leggere…

di Rachele Giugni
in arte Dottoressa 8Volante

Non sappiamo quanti anni avesse…4 o 5, … continua a leggere…